La Mission

MISSION,  OBIETTIVI DELLA  GESTIONE  E  SISTEMA DEI CONTROLLI

Nella conduzione della Casa Albergo per Anziani, l’Amministrazione cerca di mettere a frutto la parte più efficiente ed efficace sia della pluriennale esperienza acquisita nel settore alberghiero per anziani e sia del continuo dialogo e rapporto con i referenti pubblici territoriali, coniugando al meglio il carattere familiare dell’organizzazione con prestazioni qualificate di accoglienza ed assistenza alla persona anziana, erogate sempre in base ad esigenze, bisogni assistenziali e socio-familiari individuali e specifici dei nostri ospiti.
 “Villa Garofalo S.r.l.”  mette a disposizione di anziani, che non possano o non desiderino più abitare nella propria dimora, un luogo accogliente, familiare ed attrezzato, ove vivere serenamente e mantenere il più possibile l’autonomia delle proprie azioni e delle proprie scelte.
Ogni intervento è caratterizzato da prestazioni altamente qualificate dove, ad un’ottima tecnica di presa in carico, si affianca il comportamento affettivo e solidale di tutto il personale, aspetti anch’essi essenziali per offrire un servizio di alta qualità.

Obiettivi funzionali sottoposti a costante monitoraggio da parte del gestore :

  • approccio globale alla “persona”ospite ed interventi calibrati sulle esigenze individuali;  
  • osservazione, trattamento e cura dell’ospite per prolungare il più possibile livelli ottimali  di salute e di qualità di vita;
  • mantenimento in esercizio delle capacità funzionali dell’ospite e, se possibile, miglioramento di capacità/abilità residue;
  • assistenza qualificata per l’offerta di una sempre più elevata qualità di presa in carico dell’ospite;
  •  formazione continua del personale di struttura – costante aggiornamento professionale - sostegno alla motivazione lavorativa;
  •  razionalizzazione delle spese, secondo i principi di buona amministrazione delle risorse degli anziani, della Casa Albergo e di eventuali risorse di enti pubblici compartecipanti.

L’impegno dell’organizzazione, ispirato a tali primari principi, si traduce, sul piano operativo, nel prendersi cura di ogni singolo ospite, fornendo - nel rispetto della vita all’interno di una comunità - risposte adeguate ai singoli bisogni, in modo da consentire a ciascuno di esprimere affettività, abitudini, interessi e decisioni proprie, riducendone al massimo sentimenti di solitudine o di autoabbandono.